East west refugee camp

The film is finished ( two versions, one for 52 minutes and one for 70 minutes) and is now in the stage of distribution for televisions, festivals and screenings to schools, cultural centers abroad etc ...

The film was already selected in competition for "Visioni dal mondo" international filmfestival".

The documentary narrates the personal story of Alex, Aurelia and Mihai which after many years make a journey into the past - linked with the refugee camp of Latina, a town 70 km south of Rome, which housed about 100 thousands refugees escaping from East Europe since 1956 (invasion of Hungary) until 1989 (the fall of the Berlin Wall). After a few months in the camp, they went to Canada, Australia and the United States.

Emanuela, whose family hosted political refugees fled from eastern Europe, when she was small. starts research in the archives, finding many cards and documents, also about the Russian director Andrej Tarkosky, but also retracing the histories. After two years of research and study, we start the shooting in Belgrade, Timisoara and Latina.

The projecst has been selected for the Italian documentary screenings.

(Here the emglish version, in the homepage the italian version)

Il film è  terminato (ci sono due versioni, una da 52 minuti e una da 70 minuti), adesso è nella fase della distribuzione per le televisioni, nei festival e con proiezioni alle scuole, centri culturali all'estero etc..
Il film è stato selezionato in concorso a "Visioni dal mondo filmfestival" .

Il documentario narra le storie personali di Alex, Aurelia e Mihai - che dopo anni fanno un viaggio nella memoria - legata al campo profughi di Latina, città di 100mila abitanti, 70 km a sud di Roma, che ha ospitato dal 1956 (invasione dell'Ungheria) fino al 1989 (crollo del muro di Berlino)  circa 80mila rifugiati che scappavano dall'Europa dell'est, prima di andare definitivamente negli Stati Uniti, in Australia e in Canada.

Emanuela, che ha anche una vicenda personale, entra in contatto con i tre personaggi e lavora per una ricerca , alla copiosa documentazione e al materiale fotografico, conservati all'Archivio di Stato, dove sdi trovano anche i documenti del regista russo Andrej Tarkovsky. Dopo due anni di ricerche e studio, abbiamo iniziato le riprese a Belgrado, Timisoara e Latina.

Il progetto è stato selezionato per gli Italian documentary Screenings.

(Sopra la versione inglese, nella homepage la versione italiana)

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom